NERO su BIANCO Narrare attraverso la musica Laboratorio online di scrittura creativa

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è image-1.png

Laboratorio ONLINE di scrittura creativa. Narrare attraverso la musica.

Ascolta le tue cellule mentre provano emozioni: musica a 432 Hz di Emiliano Toso

Il corso è rivolto a tutti coloro che desiderano acquisire le basi per produrre un testo narrativo partendo dalla propria storia personale, i ricordi e la memoria.
Durante il corso useremo la scrittura come strumento per liberarci da blocchi mentali, attirare flussi di energia e di fiducia nel lavoro che si sta compiendo.

Concentrazione e Creatività

Le note e gli armonici degli strumenti accordati a 432Hz stimolano la sincronizzazione biemisferica del cervello, aumentando la concentrazione e la creatività.

432HZ, La frequenza del benessere

Emiliano Toso per molti anni ha studiato la biologia ovvero la scienza della vita. Ogni corpo è un mondo all’interno del quale si muovono, camminano, danzano, giocano, suonano miliardi di abitanti: le cellule.

Ogni cellula vibra e comunica come uno strumento musicale.

Emiliano Toso spiega quanto sia stato affascinante studiare al microscopio l’armonia con la quale le nostre cellule comunicano e collaborano tra loro, regalandoci benessere.

Dopo una giornata di lavoro in laboratorio, il biologo Emiliano Toso rientrava a casa e, per rilassarsi, si sedeva al pianoforte immaginando un foglio bianco sul quale utilizzare tutte le sfumature della Terra, per poter disegnare qualcosa di suo.

Composizioni rimaste nel suo cassetto, fino a quando ha deciso di pubblicarle.

Quelle composizioni da allora sono entrate nelle case della gente, spesso supportando anche terapie, come forma di rilassamento o anche semplicemente diventando un “profumo” da diffondere nella casa.

Una delle persone che ha ascoltato la sua musica è stato il biologo americano Bruce Lipton, autore della “Biologia delle credenze”.

Così è nato il progetto “Translational Music 432Hz” di Emiliano Toso, un mare di cellule sotto un cielo di musica, come lui stesso lo definisce.

Attraverso questo progetto il biologo unisce la sua esperienza da scienziato alla sua passione creativa per tradurre, a suo dire, la vibrazione delle cellule e portarla ad ognuno di noi attraverso le note.

La scienza, attraverso la fisica quantistica, ha spiegato come le vibrazioni sono diventate parte dei segnali che la cellula può ricevere cambiando i geni del suo DNA.

Emiliano Toso dice: “La musica che ascoltiamo normalmente è intonata a 440 Herz questo significa che è leggermente sfasata rispetto a quello che è linguaggio universale del nostro corpo e della natura, per questo qualche anno fa ho deciso di accordare il mio pianoforte a 432 Hz. Questo significa che gli armonici dello strumento risuonano con il battito della terra, con i suoni del cervello, con i suoni del DNA, con i suoni che ritroviamo nella natura e che rispettano tutti quelli più o meno udibili. Ogni volta che mi siedo pianoforte lo sento più morbido, più caldo, come se mi avvolgesse, se mi abbracciasse e accogliesse meglio quelle che sono le mie vibrazioni. Dal momento che siamo su questa terra per sperimentare l’amore, Translational Music è il mio modo d’amare”.

Personalmente sono lontana dal mondo della scienza ed estremamente scettica sulla divulgazione anche solo ludico-informativa di quanto attiene alla sfera lontanamente medica, ma trovo che in un momento come questo, in cui la sospensione del tempo ci impone un ripensamento di tutta l’esistenza, possa esserci una musica che parla al nostro corpo attraverso lo stesso linguaggio della natura, quella natura che abbiamo violato per troppo tempo.

Se davvero esiste un linguaggio capace di avvicinare l’uomo alle radici archetipiche di valori e sostanza che con il tempo ha trascurato, se è vero che può esistere una frequenza capace di restituire all’uomo con il ben-essere, l’essere BENE per sé e per la natura madre di tutto e di ogni cosa…allora sarebbe bello lasciarsi andare e fluire con quell’armonia.

Translational Music un mare di cellule sotto un cielo di musica

È la modalità per tradurre emozioni vissute a livello profondo, cellulare, in un piano più alto, quella della musica. Grazie alla risonanza queste vibrazioni si diffondono in modo più veloce, universale e naturale fino a raggiungere altre cellule, altre persone, l’umanità intera, donando benessere e migliorando la cooperazione per riavvicinarci alla nostra Anima. Presente in scuole ed ospedali di tutto il mondo come integrazione ad attività didattiche e terapeutiche (come nascita, chirurgia, oncologia, psichiatria, malattie neurodegenerative) Translational Music viene utilizzata da migliaia di persone per promuovere benessere, salute e creatività, accompagnando il lavoro di terapeuti e grandi ricercatori internazionali quali Bruce Lipton, Gregg Braden, il Dott. Franco Berrino e la Dott.ssa Daniela Lucangeli.

PROGRAMMA DEL LABORATORIO

Come trovare la storia giusta.

Love Seeds 432Hz . Il vagabondo delle stelle di Jack London

Dall’idea alla trama.

Onde 432Hz. Le piccole virtù di Natalia Ginzburg 

Prima stesura.

Acqua 432Hz. Gli amori difficili di Italo Calvino  

Esercizi di stile.

Neve e margherite 432Hz. Esercizi di stile di Raymond Queneau

Riscritture.

Ametista 432Hz. I quarantanove racconti di Ernest Hemingway

Info e iscrizioni Mail: ilpaesechenonce@virgilio.it

sito internet: www.ilpaesechenonce.org

Angela Sabella Laureata in Bibliografia e Biblioteconomia presso l’Università Statale di Milano. Presidente dell’Associazione culturale Il Paese che non c’è, docente di scrittura creativa e consulente editoriale, allieva di Dacia Maraini, Giuseppe Pontiggia e Stefano Benni. Formatore certificato in metodo Caviardage e Operatore Translational Music di Emiliano Toso.

______________________________________________________________________________

COMUNICAZIONE

Dato il nuovo decreto di ieri, che prevede la sospensione delle attività dei centri culturali, dobbiamo purtroppo, per il momento, sospendere i nostri corsi in presenza.

Ci dispiace moltissimo 😦

Rimangono attivi i corsi online:

Corso base di scrittura creativa Il mestiere di scrivere

Corso di scrittura autobiografica Navigare senza Stella Polare

Laboratorio Tarocchi letterari

Laboratorio di Libroterapia

e il nuovo corso di scrittura creativa Narrare attraverso la musica
Ascolta le tue cellule mentre provano emozioni: musica a 432 Hz di Emiliano Toso

Ovviamente, non appena sarà possibile tornare a svolgere corsi in presenza, vi comunicheremo le nuove date.



Ricordiamoci che
Se c’è la paura, non c’è la felicità.
Seneca
Prosit!!!

Speriamo davvero che questo periodo difficile possa finire al più presto.

______________________________________________________________________________

Concorso letterario “Sipario – il mio racconto”

     

Marco Foresti coordinatore artistico
della passata rassegna “Perle di Teatro a Palazzo Terzi”
in collaborazione con
Associazione Culturale Il Paese che non c’è 

BANDISCE

il Concorso per racconti destinati alla produzione di una pièce, una riduzione o una lettura teatrale

Scadenza: 31 dicembre 2020

Possono partecipare autori con racconti editi o inediti a tema libero, scritti in lingua italiana.

Le opere di autori stranieri dovranno essere accompagnate dalla traduzione.

L’obiettivo del progetto è la realizzazione di una nuova rassegna teatrale primaverile e/o estiva.

Nell’eventualità del persistere delle norme sul distanziamento sociale, per ogni rappresentazione saranno messi a disposizione, nella location prescelta, posti a sedere limitati e solo su prenotazione obbligatoria, così come è avvenuto per i 13 spettacoli messi in scena nella rassegna 2020.

Bando di concorso

Art. 1    Il coordinatore artistico della passata rassegna “Perle di Teatro a Palazzo Terzi” Marco Foresti,in collaborazione con l’Associazione Culturale Il Paese che non c’è bandiscono un concorso per racconti a tema libero destinati alla produzione di una pièce, una riduzione o una lettura teatrale.

Art. 2    I partecipanti al concorso dovranno inviare un racconto, edito o inedito, a tema libero (per una lunghezza minima di 15 cartelle, massima di 30). Per cartella editoriale si intende una pagina Word di circa 1.800 battute, spazi inclusi.
Il testo dovrà pervenire via mail al seguente indirizzo:
siparioilmioracconto@gmail.com

Art. 3   Il racconto dovrà essere inviato in formato Word come allegato al messaggio e dovrà contenere il nome dell’autore, la data di nascita, l’indirizzo, il numero di telefono e un recapito mail. Inoltre, l’autore dovrà dichiarare la paternità dell’opera.

Art. 4    Le opere dovranno pervenire entro e non oltre il 31 dicembre 2020.

Art. 5   Le opere presentate non verranno restituite. Il Comitato organizzativo non è tenuto ad alcuna comunicazione sull’esito del concorso ai concorrenti non premiati o segnalati.

Art. 6 La direzione artistica prenderà in esame con la dovuta attenzione tutti i racconti pervenuti e – là dove se ne ravviserà la possibilità – deciderà di elaborare e produrre una pièce, una riduzione o una lettura teatrale.

Art. 7 I testi migliori verranno sottoposti ad un adattamento per la scena che, pur con alcuni inevitabili cambiamenti, conserverà comunque lo spirito dell’opera. Gli autori accettano senza condizioni tale adattamento.

Art. 8 I concorrenti premiati e i segnalati saranno contattati dalla Segreteria del Premio.

Art. 9   È possibile partecipare con più racconti. È richiesto un contributo di € 20,00 per ogni racconto presentato, da inviare al seguente IBAN IT36Y0311111107000000002962 intestato a Marco Foresti oppure con PayPal utilizzando il seguente link PayPal.Me/foresti

Art. 10    La partecipazione al concorso implica l’accettazione incondizionata di tutte le norme del presente regolamento.

Per ogni controversia è competente il Comitato Organizzatore.

Considerato il laborioso compito della giuria, si ringraziano gli autori che, avendone la possibilità, invieranno le proprie opere prontamente e non nei giorni più prossimi alla scadenza.

INFO: siparioilmioracconto@gmail.com – tel. 335 207 659 tel. 377 124 6697

Seminario sull’ arte del MANDALA domenica 8 novembre 2020

Dato il nuovo decreto di ieri, che prevede la sospensione delle attività dei centri culturali, dobbiamo purtroppo, per il momento, sospendere i nostri corsi in presenza.

L’arte del MANDALA
Seminario teorico/pratico della durata di un’intera giornata
a cura di Silvia de Toma

La creazione di un Mandala è un’esperienza: un processo psichico capace di dare forma e ordine al nostro spazio interiore.

Il Paese che non c'è

L’arte del MANDALA
Seminario teorico/pratico della durata di un’intera giornata
a cura di Silvia de Toma

La creazione di un Mandala è un’esperienza: un processo psichico capace di dare forma e ordine al nostro spazio interiore. 

MANDALA per F.B.

Domenica 11 ottobre 2020
dalle ore 10.30 alle ore 17.30

Bergamo, via Sant’Alessandro 32 – cortile interno

Mattina 10.30 / 13.00
– I Mandala nelle diverse culture e tradizioni occidentali ed orientali.
– Il Mandala individuale come archetipo e il suo uso terapeutico.
– Costruzione geometrica della “griglia” di un Mandala con materiale messo a    disposizione dei partecipanti.

Pausa pranzo 13.00 / 14.00

Pomeriggio 14.00/ 17.30
– Esercizi per attivare e liberare la fantasia e la creatività.
– Creiamo il “nostro” Mandala.
– Diamo un “titolo” al nostro Mandala.

Info e iscrizioni: corsi.ilpaesechenonce@virgilio.it

I partecipanti al Seminario, se interessati, potranno incontrarsi nuovamente in uno spazio settimanale di due ore dove realizzare i propri…

View original post 13 more words

Laboratorio di libroterapia creativa

Laboratorio di libroterapia creativa
Prossimo appuntamento sabato 14 novembre 2020

  • Quando l’amore fa male.

Il corso potrà essere usufruito in modalità online.

Il Paese che non c'è

Laboratorio di libroterapia creativa
“Leggere romanzi per capire la nostra vita emotiva”

“Qualunque sia il vostro disturbo, la ricetta è semplice: un romanzo – o più d’uno – da leggere a intervalli regolari…”
a cura di Carla Pinna

IMMAGINE PER SITO

SEI appuntamenti,a cadenza quindicinale, il sabato mattina dalle ore 10.30 alle ore 12.00

Bergamo, via Sant’Alessandro 32 – cortile interno

Primo appuntamento sabato 26 settembre 2020
1. La frenesia della vita moderna: essere soli in un mondo
affollato.

Secondo appuntamento sabato 10 ottobre 2020
2. La frenesia della vita moderna: quando l’ansia non ci fa
dormire.

Terzo appuntamento sabato 24 ottobre 2020
3. Voglia di mollare tutto, il viaggio interiore, turisti o viaggiatori?

Quarto appuntamento sabato 14 novembre 2020
4. Quando l’amore fa male.

Quinto appuntamento sabato 28 novembre
5. Riconoscere le nostre radici, fare i conti con il nostro passato.

Sesto appuntamento sabato 12 dicembre 2020
6. Io sono, chi, come…

View original post 17 more words

Il mestiere di scrivere – corso base di scrittura martedì 22 settembre 2020

“Il mestiere di scrivere”
Corso base di scrittura creativa

a cura di
Angela Sabella: laureata in Lettere Moderne,
Presidente dell’Associazione culturale Il Paese che non c’è, formatore e consulente editoriale, allieva di Dacia Maraini, Giuseppe Pontiggia e Stefano Benni
e
Silvia Gilardi: laureata in Lettere Moderne, diplomata in Scrittura & Storytelling alla Scuola Holden di Torino. Docente di scrittura creativa, ghostwriter e collaboratrice editoriale
CORSO BASE serale Il mestiere di scrivere
Il corso è rivolto a chi desidera migliorare le proprie capacità espressive conciliando ispirazioni e professionalità.
Non è richiesta nessuna particolare competenza o titolo di studio.

Cinque incontri a cadenza settimanale, sempre di martedì, dalle 20.30 alle 22.30

Quando: 22 e 29 settembre, 6 – 13- 20 ottobre 2020

Dove: presso la nostra sede, a Bergamo, in via Sant’Alessandro 32 (cortile interno)

PROGRAMMA

L’angoscia della pagina bianca. L’incipit. Come si inizia un racconto e come si inizia un romanzo. Excursus sui grandi incipit della letteratura.

La descrizione di paesaggi. Descrizione di personaggi. Descrizione di stati d’animo. Descrizione di cose ed eventi. Quali tecniche usare.

Il dialogo. I vari modi di scrivere un dialogo. Il modo diverso in cui gli scrittori hanno scritto i loro dialoghi. La veridicità del dialogo. Il saper rendere riconoscibili e diverse le varie voci che fanno parte del dialogo. Il ritmo del dialogo.

La digressione. Perché è importante la digressione nella narrativa. A cosa serve, perché introdurre personaggi minori. Come si inseriscono le digressioni nel testo narrativo.

E quando ho finito di scrivere il mio libro o i miei racconti cosa devo fare? Il mondo editoriale. Le differenze tra una casa editrice e un’altra. Capire perché non si deve scegliere un editore a caso. Come si invia un testo a una casa editrice.

Per iscriversi al corso è necessario richiedere la scheda di adesione a: corsi.ilpaesechenonce@virgilio.it

 

Laboratorio di libroterapia creativa sabato 26 settembre 2020

Laboratorio di libroterapia creativa
“Leggere romanzi per capire la nostra vita emotiva”

“Qualunque sia il vostro disturbo, la ricetta è semplice: un romanzo – o più d’uno – da leggere a intervalli regolari…”
a cura di Carla Pinna

IMMAGINE PER SITO

SEI appuntamenti,a cadenza quindicinale, il sabato mattina dalle ore 10.30 alle ore 12.00

Bergamo, via Sant’Alessandro 32 – cortile interno

 

Primo appuntamento sabato 26 settembre 2020
1. La frenesia della vita moderna: essere soli in un mondo
affollato.

Secondo appuntamento sabato 10 ottobre 2020
2. La frenesia della vita moderna: quando l’ansia non ci fa
dormire.

Terzo appuntamento sabato 24 ottobre 2020
3. Voglia di mollare tutto, il viaggio interiore, turisti o viaggiatori?

Quarto appuntamento sabato 14 novembre 2020
4. Quando l’amore fa male.

Quinto appuntamento sabato 28 novembre
5. Riconoscere le nostre radici, fare i conti con il nostro passato.

Sesto appuntamento sabato 12 dicembre 2020
6. Io sono, chi, come, quando, dove, coltivare il proprio giardino
interiore.

Possibilità di partecipazione ai singoli incontri. 

Info e iscrizioni: corsi.ilpaesechenonce@virgilio.it

I 5 COMANDAMENTI – corso di scrittura mercoledì 30 settembre 2020

I CINQUE COMANDAMENTI
Ovvero cinque consigli preziosi da tenere sul comodino quando si scrive

Ciclo di approfondimenti
a cura di Silvia Gilardi
immagine x 5 comandamenti
Programma:

1) MENTIRE PER DIRE LA VERITA’

• Travestire la propria esperienza per poterla trasformare in quella degli altri
• Mascherare sé stessi: ciò che distingue l’autobiografia dalla fiction
• Esercizio: cosa è finto e cosa è vero?

La menzogna è il mezzo necessario per raggiungere la verità narrativa. Riflettiamo insieme su quelle che sono le basi del processo creativo.

2) SHOW, DON’T TELL

• Non dirlo, se puoi mostrarlo
• Parola d’ordine: azione
• Esercizio: vietato pensare

Sforziamoci di “far vedere” al nostro lettore ciò che stiamo raccontando. Scopriamo la potenza dei gesti che affidiamo ai nostri personaggi, impariamo a sceglierli con cura, evitando le banalità.

3) SAI TENERE UN SEGRETO?

• Svelare a poco a poco
• Il gap tra ciò che raccontiamo e ciò che non diciamo
• Esercizio a sorpresa: questo non posso dirvelo… se no che segreto è?

In ogni opera di narrativa che si rispetti è fondamentale tener desto l’interesse del lettore, suscitando nella sua mente interrogativi di cui rimandiamo le risposte.

4) “GOD IS IN DETAILS”

• Il dio della letteratura sta nei dettagli
• La sospensione dell’incredulità
• Esercizio: usa ciò che conosci

La scelta dei dettagli è cruciale per rendere credibile il mondo che stiamo costruendo per la nostra storia. Lo scrittore è colui che vede cose che normalmente sfuggono a un occhio distratto. Alleniamo lo sguardo e la nostra capacità di osservazione.

5) DILLO IN POCHE PAROLE

• Precisione e memorabilità
• Importanza della riscrittura
• Esercizio: tagliare, tagliare, tagliare!

Soffermiamoci sui passaggi che intercorrono tra la prima stesura (istintiva, “di pancia”) e la necessaria riscrittura (meditata, “di testa”). Impariamo ad essere esigenti con noi stessi.

Avvio mercoledì 30 settembre – dalle ore 20.30 alle ore 22.30
Cinque incontri di due ore a cadenza quindicinale
30 settembre – 14 – 28 ottobre – 11 – 25 – novembre 2020
Bergamo, via Sant’Alessandro 32 – cortile interno
Info e iscrizioni: corsi.ilpaesechenonce@virgilio.it

Seminario sull’ arte del MANDALA domenica 8 novembre 2020

L’arte del MANDALA
Seminario teorico/pratico della durata di un’intera giornata
a cura di Silvia de Toma

La creazione di un Mandala è un’esperienza: un processo psichico capace di dare forma e ordine al nostro spazio interiore. 

MANDALA per F.B.

Domenica 8 novembre 2020
dalle ore 10.30 alle ore 17.30

Bergamo, via Sant’Alessandro 32 – cortile interno

Mattina 10.30 / 13.00
– I Mandala nelle diverse culture e tradizioni occidentali ed orientali.
– Il Mandala individuale come archetipo e il suo uso terapeutico.
– Costruzione geometrica della “griglia” di un Mandala con materiale messo a    disposizione dei partecipanti.

Pausa pranzo 13.00 / 14.00

Pomeriggio 14.00/ 17.30
– Esercizi per attivare e liberare la fantasia e la creatività.
– Creiamo il “nostro” Mandala.
– Diamo un “titolo” al nostro Mandala.

Info e iscrizioni: corsi.ilpaesechenonce@virgilio.it

I partecipanti al Seminario, se interessati, potranno incontrarsi nuovamente in uno spazio settimanale di due ore dove realizzare i propri Mandala in libertà e condivisione e ricevere consigli e suggerimenti sulle diverse tecniche.

TAROCCHI LETTERARI tre appuntamenti 2 – 16 – 30 novembre 2020 anche ONLINE

TAROCCHI LETTERARI
imparare a conoscere noi stessi attraverso una saggezza antica ma sempre nuova.
a cura di Elena Esposto

Che cos ‘hanno in comune libri e Tarocchi?
Molto di più di quello che si pensa.

imperatore 2
I Tarocchi sono carte tradizionalmente utilizzate per la divinazione, ma i loro simboli codificati nei secoli hanno il grandissimo potere di portare alla luce anche le cose più nascoste della nostra anima e del nostro inconscio.

Proprio come i libri, ci leggono dentro. Infatti, non è forse vero che qualsiasi cosa ci capiti nella vita, qualsiasi emozione proviamo o qualsiasi esperienza viviamo possiamo essere ragionevolmente certi che il personaggio di un libro l’abbia vissuta prima di noi?

Ritrovarla fra le pagine è uno strumento potentissimo per aiutarci a capirla e interpretarla. Così succede anche con i Tarocchi. Le loro immagini archetipe hanno la capacità di suscitare in noi emozioni e riflessioni su ciò che ci accade. Proprio come un libro anche le carte possono essere sfogliate per poterci leggere una storia: la nostra.

L’obiettivo del laboratorio è quello di unire la meditazione sulle figure dei 22 arcani maggiori dei Tarocchi alla lettura di libri che ne rappresentano in qualche modo l’incarnazione sulla pagina scritta. Questo ci consentirà di andare più a fondo dei significati di ogni singola carta, comprendendo meglio che cosa significa per noi e che cosa ci vuole dire.

TRE appuntamenti a cadenza quindicinale
dalle ore 20.30 alle ore 22.30

Bergamo, Via Sant’Alessandro 32 – cortile interno

Lunedì 2 novembre ore 20.30/22.20
Primo incontro: il piano terrestre
• Breve introduzione su i tarocchi: storia, interpretazioni, vari tipi
di mazzi
• Il matto, o l’intuito che resta fedele a se stesso
• La papessa, o la meditazione sul passato
• L’imperatrice, o il fiorire della creatività
• L’imperatore, o il dominio sul mondo materiale
• Il papa, o il grande maestro
• Gli amanti, o seguire il cuore
• Il carro, o la rivoluzione

Lunedì 16 novembre ore 20.30/22.20
Secondo incontro: il piano intermedio
• La forza, o il potere del controllo
• L’eremita, o la solitudine
• La ruota della fortuna, o l’eterno ritorno
• La giustizia, o il tagliare ciò che non serve
• L’appeso, o la sospensione dell’agire
• La morte, o la grande trasformazione
• La temperanza, o l’equilibrio delle forze

Lunedì 30 novembre ore 20.30/22.20
Terzo incontro: il piano celeste
• Il diavolo, o le paure e le ossessioni
• La torre, o lo sconvolgimento che ci rimette in pista
• Le stelle, o trovare il nostro posto nel mondo
• La luna, o il contatto con l’io profondo
• Il sole, o la gioia
• Il giudizio, o il rinnovamento
• Il mondo, o la realizzazione

Per ogni arcano maggiore verranno segnalate una o più letture che aiuteranno nell’interpretazione della carta.

Ad ogni incontro, se i partecipanti avranno piacere piacere, verrà estratta una carta per ciascuno e la volta successiva sarà possibile discutere di quello che l’immagine ha suscitato ( abbinata alla lettura di uno dei libri suggeriti).
Alla fine, per chi lo vorrà, ci sarà la possibilità di una lettura personalizzata dei Tarocchi del mondo.

Info e iscrizioni: corsi.ilpaesechenonce@virgilio.it