LABORATORIO DI SCRITTURA CREATIVA PER RAGAZZI

scritturacreativa

Laboratorio di scrittura creativa dedicato ai giovani (dai 14 anni)
a cura di Angela Sabella e Silvia Gilardi
con la partecipazione straordinaria di Giuseppe Festa, autore dei romanzi Il passaggio dell’orso (Salani, 2013; Mondadori, 2014) e L’ombra del gattopardo (Salani, 2014), cantante del gruppo musicale Lingalad, educatore ambientale e autore di reportage sulla natura per la Rai

Ritira i moduli di iscrizione in biblioteca oppure richiedili tramite mail:
biblioteca@comune.treviolo.bg.it

Laboratorio intensivo di scrittura di una giornata

Il mestiere di scrivere

Laboratorio intensivo  di scrittura di una giornata
a cura di Angela Sabella
Presidente dell’Associazione culturale Il Paese che non c’è, formatore e consulente editoriale,
allieva di Dacia Maraini, Giuseppe Pontiggia e Stefano Benni

Domenica 6 luglio
dalle ore 10 alle 13 e dalle 15 alle 19

 

PROGRAMMA

L’angoscia della pagina bianca.  

I processi creativi che portano alla scrittura. Come si costruisce una trama narrativa. Le differenze narrative tra racconto e romanzo. Esempi di una struttura narrativa di romanzo e di racconto. L’incipit. Come si inizia un racconto e come si inizia un romanzo. Il grande dilemma della prima persona e della terza persona. Excursus sui grandi incipit della letteratura.

La descrizione.
Descrizione di paesaggi. Descrizione di personaggi. Descrizione di stati d’animo. Descrizione di cose ed eventi. Quali tecniche usare.

Il dialogo.
I vari modi di scrivere un dialogo. Il modo diverso in cui gli scrittori hanno scritto i loro dialoghi. La veridicità del dialogo. Il saper rendere riconoscibili e diverse le varie voci che fanno parte del dialogo. Il ritmo del dialogo.

La digressione.
Perché è importante la digressione nella narrativa. A cosa serve, perché introdurre personaggi minori. Come si inseriscono le digressioni nel testo narrativo. Lo stile. Come dominare lo stile, come sceglierlo. Stile e contenuto: perché alcune narrazioni richiedono un certo stile e non un altro. Perché è importante saper scrivere in stili diversi, per poi scegliere liberamente il più congeniale. Che rapporto c’è tra stile e lunghezza del testo.

E quando ho finito di scrivere il mio libro o i miei racconti cosa devo fare?
Il mondo editoriale. Le differenze tra una casa editrice e un’altra. Capire perché non si deve scegliere un editore a caso. Come si invia un testo a una casa editrice.

I 5 COMANDAMENTI laboratorio di scrittura

Laboratorio di scrittura “I 5 COMANDAMENTI”

i 5 comandamenti

Ovvero cinque consigli preziosi da tenere sul comodino quando si scrive

Perché se è vero che nella scrittura non esistono regole predefinite, è altrettanto vero che qualche dritta fa sempre comodo

 a cura di Silvia Gilardi, diplomata alla Scuola Holden

DOMENICA 22 giugno   ore  10.00 – 13.00 / 15.00 – 18.00 

 

1) MENTIRE PER DIRE LA VERITA’

  •  Travestire la propria esperienza per poterla trasformare in quella degli altri
  •  Mascherare sé stessi: ciò che distingue l’autobiografia dalla fiction
  •  Esercizio: cosa è finto e cosa è vero?

La menzogna è il mezzo necessario per raggiungere la verità narrativa. Riflettiamo insieme su quelle che sono le basi del processo creativo. Proviamo ad approfondire questo concetto attraverso letture, esempi e esercizi mirati.

2) SHOW, DON’T TELL

  • Non dirlo, se puoi mostrarlo
  • Parola d’ordine: azione
  • Esercizio: vietato pensare

Sforziamoci di “far vedere” al nostro lettore ciò che stiamo raccontando. Scopriamo la potenza dei gesti che affidiamo ai nostri personaggi, impariamo a sceglierli con cura, evitando le banalità. Letture esemplari ed esercizi mirati ci aiuteranno nell’impresa.

3) SAI TENERE UN SEGRETO? 

  • Svelare a poco a poco
  • Il gap tra ciò che raccontiamo e ciò che non diciamo
  • Esercizio a sorpresa: questo non posso dirvelo… se no che segreto è?

In ogni opera di narrativa che si rispetti è fondamentale tener desto l’interesse del lettore, suscitando nella sua mente interrogativi di cui rimandiamo le risposte. Affiniamo questa tecnica grazie a una serie di letture ed esercizi guidati.

4) “GOD IS IN DETAILS”

  • Il dio della letteratura sta nei dettagli
  • La sospensione dell’incredulità
  • Esercizio: usa ciò che conosci

La scelta dei dettagli è cruciale per rendere credibile il mondo che stiamo costruendo per la nostra storia. Lo scrittore è colui che vede cose che normalmente sfuggono a un occhio distratto. Alleniamo lo sguardo e la nostra capacità di osservazione attraverso esperienze, letture e esercizi mirati.

5) DILLO IN POCHE PAROLE

  • Precisione e memorabilità
  • Importanza della riscrittura
  • Esercizio: tagliare, tagliare, tagliare!

Soffermiamoci sui passaggi che intercorrono tra la prima stesura (istintiva, “di pancia”) e la necessaria riscrittura (meditata, “di testa”). Impariamo ad essere esigenti con noi stessi attraverso letture e esercizi mirati.

Corso di SCRITTURA BY NIGHT – dalle ore 22.00 di sabato al mattino della domenica – colazione compresa


Sabato 31 maggio, passa la notte da noi!Volantino_scrittura_bynight

Laboratorio di scrittura creativa da sabato 31 alle ore 22.00 al mattino della domenica, colazione compresa

“Chi sogna di giorno conosce molte cose che sfuggono a chi sogna solo di notte” (Edgar Allan Poe)

Perché chi dorme non piglia pesci e spesso la notte può rivelarsi il momento migliore per mettere sulla carta le nostre storie.

Prendiamo spunto da un sogno che abbiamo fatto e proviamo a trasformarlo in un racconto.

La sfida: costruire una storia coerente (con un inizio, uno svolgimento e una fine) a partire dalla sostanza di cui sono fatti i sogni, sfuggente, imprevedibile e apparentemente assurda, come spesso è l’ispirazione.

“A volte i capolavori nascono per caso, quando si viene a creare quella particolare alchimia che favorisce o incoraggia il processo creativo, nel contesto di situazioni inaspettate e di luoghi che fungono da catalizzatore alla fantasia” – si legge nell’introduzione al Frankenstein di Mary Shelley, concepito all’interno della leggendaria Villa Diodati, a Ginevra, in una notte di tempesta.

“Ognuno di noi scriverà una storia di fantasmi”, disse Byron ai suoi ospiti, senza sapere che da un gioco tra amici letterati sarebbe nata un’opera immortale.

E se provassimo anche noi a fare questo gioco?
Un tema comune, un luogo magico ed evocativo, una notte intera da riempire di parole.
Maratona di scrittura in notturna al Paese che non c’è, nella splendida cornice del nostro cortile.
Si inizia alle 22 e si tira mattino con letture, chiacchiere e scrittura… fino alla meritata colazione!

DSCN3250